Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Cliccando sul link "accetto", acconsenti all'uso dei cookie. Cookie policy

Come impostare la tua strategia SEO internazionale per vendere all'estero

Molte aziende decidono di vendere oltre frontiera i propri prodotti/servizi grazie al mondo online. Ma per far sì che l’impresa sia trovata all’estero è fondamentale mettere in campo una strategia SEO internazionale dedicata al nuovo Paese.

Sempre più attività trovano nuove opportunità di crescita in uno o più Paesi esteri, diversificando il proprio mercato e aumentando il loro fatturato. Benché la maggior parte delle imprese italiane, soprattutto le PMI, decidano di rimanere ancorate al mercato locale, quelle che decidono di esportare stanno aumentando in tutti i settori.

Per “testare” il nuovo mercato prima di investire grosse risorse economiche, molte aziende decidono di affidarsi agli strumenti digitali per valutare le reali possibilità del proprio business all’estero, studiandone quindi prospettive, concorrenza, gusti e bisogni dei clienti esteri. Queste analisi aiuteranno l’azienda ad ideare una strategia SEO di successo per la propria presenza online all’estero. Questo è il primo step fondamentale da compiere per entrare nel mercato straniero: essere presenti e visibili, facendosi trovare prima dei concorrenti sui motori di ricerca. 

Vediamo ora come attuare una strategia SEO internazionale e raggiungere nuovi potenziali clienti online dall’estero.

1- Individuare i Paesi più interessanti per il tuo business
Prima di parlare di strategia SEO è importante che l’azienda faccia un’analisi approfondita su quale/i mercato/i espandersi. Per far ciò è utile chiedersi quali sono i territori esteri a cui puntare e quali hanno già espresso interesse per i nostri prodotti. Attraverso strumenti di analisi come Google Analytics ad esempio, è possibile monitorare da dove vengono i visitatori del nostro sito web. In questo modo potremmo scoprire che in una o più zone estere in cui al momento non ci stiamo pubblicizzando  c’è molta ricerca per i nostri prodotti e/o servizi.

2- Presenza sul web grazie ai motori di ricerca e al sito
Una volta scelto dove andare all’estero bisogna adattare il proprio sito web al nuovo Paese. Per far ciò, a livello tecnico bisogna decidere a che tipologia di dominio affidarsi, se avere un indirizzo specifico solo per quel Paese oppure utilizzare il dominio italiano esistente dandogli un’accezione estera. Per la scelta del dominio così come per tutto ciò che riguarda il SEO tecnico, risulta fondamentale affidarsi a dei professionisti.

Ricordiamoci anche di tenere monitorati i diversi motori di ricerca utilizzati nei Paesi: in Cina per esempio si usa molto più Baidu che Google, in Russia Yandex e in Usa è molto diffuso Bing. Gli algoritmi dei browser inoltre, sono diversi tra loro e possono cambiare velocemente, per questo è importante stare al passo con gli aggiornamenti di questi motori.

3-Analisi della concorrenza
Per poter vendere all’estero è importante differenziarsi dagli altri, evidenziando i vantaggi che i nostri prodotti/servizi hanno rispetto a quelli dei concorrenti. A questo scopo è utile studiare i competitors, la loro offerta e la loro penetrazione del mercato estero. Solo così infatti ci faremo un’idea sulla competitività di quel Paese e potremo capire come differenziarci e mettere in risalto la nostra azienda. 


seo internazionale

4-Definizione dei potenziali clienti target esteri e delle loro ricerche
In un progetto di SEO internazionale per l’estero ha grande importanza lo studio dei clienti all’estero. In questa fase l’azienda dovrà studiare le caratteristiche demografiche, culturali e linguistiche del pubblico e cercare un segmento a cui rivolgere la propria offerta, tenendo presente che le abitudini e le intenzioni di ricerca potrebbero essere totalmente diverse dal mercato di appartenenza.

Allo stesso tempo occorre scoprire con quali keyword i potenziali clienti esteri cercano noi o prodotti e servizi come i nostri: analizzare le parole chiave e la loro stagionalità è fondamentale per capire le ricerche del segmento scelto.

Grazie al risultato di queste due analisi otterremo delle keywords geolocalizzate che ci aiuteranno a comparire nella parte superiore della prima pagina di qualsiasi motore di ricerca.


5-SEO multilingue: come comunicare in modo efficace in paesi diversi
Quando parliamo di SEO internazionale per l’estero questo include anche la SEO multilingue, vale a dire l’ottimizzazione della propria comunicazione sul sito web e sui social network. 

Una volta capito il target a cui puntare sapremo anche qual è la lingua e le terminologie più adatte per comunicare con esso. Può essere infatti che in due Paesi si utilizzi la stessa lingua che però prevede delle differenze linguistiche. Vediamo un esempio di ciò, ipotizzando di essere un’azienda del settore automobilistico che vuole entrare sia in Francia che in Québec:

Italia → macchina, guidare
Francia → voiture, conduire
Québec → char, chauffer

Ciò significa che non basta tradurre i contenuti del sito testualmente ma bisogna localizzarli in base al Paese dove si vuole iniziare a vendere. 
Se hai un e-commerce puoi approfondire leggendo questo articolo.

Mintense è un’agenzia di Performance Marketing che in 12 anni, grazie alla sua esperienza e alla sua presenza in più Paesi, ha aiutato molte aziende a vendere all’estero. Contattaci per scoprire come possiamo supportarti nella tua crescita all’estero.






Contattaci


Richiedi informazioni



Contattaci per maggiori informazioni

oppure chiamaci +39 045 8403653



Dichiaro di aver preso visione della privacy policy e acconsento al trattamento dei dati personali.